REGISTRATI

LOG IN

I licenziamenti e il blocco delle assunzioni stanno precipitando in tutti gli Stati Uniti: negli ultimi giorni sono uscite diverse dichiarazioni dalle aziende più grandi dove si capiva l’intento di un ridimensionamento del personale o riduzioni negli investimenti. Dopo il boom record di assunzioni che ha cullato molti datori di lavoro e dipendenti in un falso senso di sicurezza ed espansione, ora la sensazione è un riassestamento dato da molti fattori avversi.

Questa fase è molto importante da cogliere per prevedere cosa potrà accadere nel prossimo futuro e quali potranno essere le strade percorribili: le aziende si stanno preparando per tempi terribili e quindi stanno incominciando a fare i primi tagli oppure è una semplice mossa per riportare i conti a posto, dopo un periodo di crisi mondiale, che li consentirà di avere la forza economica per ripartire al momento giusto?  

Twitter sta compiendo il passo estremo di bloccare i suoi uffici e sospendere l’accesso ai badge dei dipendenti poiché il nuovo CEO Elon Musk vuole iniziare licenziamenti di massa che dovrebbero colpire in profondità gli attuali 7.500 dipendenti della piattaforma social.

Con una e-mail allo staff, Twitter ha affermato che i tagli inizieranno già oggi (4 Novembre 2022): “Nel tentativo di mettere Twitter su un percorso salutare, venerdì passeremo attraverso il difficile processo di riduzione della nostra forza lavoro globale”.

I piani interni all’inizio di questa settimana prevedevano che Musk cercasse di tagliare 3.700 dipendenti di Twitter, o circa la metà della forza lavoro, (notizia riportata da Reuters) .

L’e-mail diceva inoltre che i dipendenti non licenziati lo scopriranno tramite la loro e-mail di lavoro. Il personale che sta perdendo il lavoro riceverà una notifica con i passaggi successivi agli indirizzi e-mail personali.

 

Durante l’ultimo decennio, il settore tecnologico si era abituato a stipendi alti, vantaggi lussuosi e tonnellate di opportunità. L’ultimo step di questa salita l’ha portata il COVID: i lavoratori di altri settori stavano pagando un prezzo molto pesante per la pandemia mentre la tecnologia ha continuato a prosperare e ad avere numeri sempre più alti.

Questo ultimo periodo di boom ha reso ancora più difficile, per la maggior parte delle persone nella Silicon Valley e nel settore tecnologico in generale, capire che ci potrebbero essere tempi duri per loro. 

Esempi di licenziamenti e blocchi che vengono annunciati o trapelati dalle aziende, ce ne sono già abbastanza per capire il nuovo trend :

  • Amazon ha annunciato una “pausa sulle nuove assunzioni incrementali nella nostra forza lavoro aziendale”, citando come causa “l’insolito momento macroeconomico”.
  • Lyft ha detto che licenzierà circa 680 dipendenti, ovvero il 13% del personale, e ha accusato l’inflazione e il rallentamento dell’economia per giustificare la sua azione. I co-fondatori Logan Green e John Zimmer hanno parlato allo staff della “dura realtà”.
  • Il CEO di Stripe Patrick Collison ha affermato che la società di pagamenti licenzierà il 14% della sua forza lavoro, tornando ai 7.000 dipendenti di febbraio: “Eravamo troppo ottimisti sulla crescita a breve termine dell’economia di Internet… e sottovalutavamo… un rallentamento più ampio. “
  • Apple ha sospeso le assunzioni per molti lavori al di fuori della ricerca e sviluppo
  • I dipendenti della CNN Worldwide si aspettano licenziamenti dopo che il presidente e CEO Chris Licht ha avvertito in una nota della scorsa settimana di cambiamenti “sconvolgenti” alla luce della “preoccupazione diffusa per le prospettive economiche globali”.

Il settore tecnologico è solitamente il più lungimirante di tutti i settori e nella storia ci ha abituato ad anticipare il mercato e vari trend economici.

Ricordo una frase che può tornare utile per capire il momento attuale : “non assumi per dove sei oggi, assumi per dove aspiri ad essere domani”. 

Il settore tecnologico farà ancora una volta da apripista o ci dobbiamo aspettare un andamento diverso per gli altri settori ? Quello che bisogna considerare è che mentre il settore tecnologico ha avuto un vero e proprio boom nell’ultimo periodo , gli altri settori stanno ancora facendo fatica a riprendersi dopo la pandemia e questa situazione può mischiare ancora le carte aprendo ad uno scenario nuovo per tutti.  

 

Se guadagni con le nostre NEWS e ARTICOLI , fai una donazione per sostenerci e per darci l’entusiasmo di continuare nel nostro progetto.

Il sito è per te gratuito ma se vuoi offrirci una birra , uno spumante o una cena : saremo contentissimi! GRAZIE! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Subscribe to Social NETWORK

MaXiacO & MLego © 2021. All rights reserved.

* Il contenuto e le informazioni pubblicate da altogain.it sia sul nostro sito che sulle nostre piattaforme social non sono consigli di investimento o raccomandazioni per acquistare, detenere o vendere titoli.

* Non siamo responsabili dell’autenticazione del contenuto e / o delle informazioni che sono state pubblicate su qualsiasi canale di comunicazione attraverso il quale il nostro team condivide i contenuti.

* Le informazioni fornite dal team di Altogain.it sono intese esclusivamente a scopo informativo e sono ottenute da fonti ritenute affidabili. Le informazioni non sono in alcun modo garantite e, inoltre, l’accuratezza e la legittimità delle informazioni fornite non vengono verificate. Nessuna garanzia di alcun tipo è implicita o possibile laddove si tentino proiezioni di condizioni future relative ai titoli.

* Non ci sono membri del team di Altogain.it registrati come broker di sicurezza o consulenti per gli investimenti.

* Il team di Altogain.it, i suoi dipendenti, volontari e terze parti prendono parte alle attività di security trading. Nessuno è tenuto a partecipare all’acquisto o alla vendita di opportunità di investimento condivise su nessuna delle piattaforme di Altogain.it. Detti dipendenti, volontari e terze parti investiranno e scambieranno titoli a loro discrezione personale senza preavviso, in qualsiasi momento.
* Altogain.it non è responsabile per eventuali perdite o danni derivanti dall’utilizzo di una qualsiasi delle idee o strategie di investimento.

* Spetta completamente alla discrezione dell’individuo prendere decisioni in merito al trading o all’investimento in titoli.