REGISTRATI

LOG IN

Gevo, Inc. (NASDAQ: GEVO) ha annunciato ieri (24 febbraio 2022) alla chiusura della borsa americana,  i risultati finanziari per il quarto trimestre del 2021 e ha riepilogato i recenti punti salienti aziendali.

I ricavi per i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2021 sono stati di 0,1 milioni di dollari rispetto a 0,5 milioni di dollari nello stesso periodo del 2020.

Durante i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2021, i ricavi da idrocarburi sono stati nulli rispetto a 0,4 milioni di dollari durante i tre mesi terminati il ​​31 dicembre 2020. I ricavi da idrocarburi di Gevo comprendono le vendite di SAF e benzina rinnovabile premium.

Durante i tre mesi terminati il ​​31 dicembre 2021 e 2020, non sono stati ricavati ricavi significativi dallo stabilimento di produzione di Gevo a Luverne, Minnesota relativo alle vendite di etanolo e prodotti correlati.

A seguito del COVID-19 e in risposta a un contesto merceologico sfavorevole, Gevo ha interrotto la sua produzione di etanolo e distillatori di cereali nel marzo 2020. Come precedentemente annunciato, lo stabilimento di Luverne sta attualmente producendo isobutanolo che sarà utilizzato come materia prima per produrre SAF e benzina premium rinnovabile per adempiere ai contratti di vendita esistenti. Prevedono inoltre di utilizzare parte dell’isobutanolo prodotto per sviluppare alcuni mercati di specialità dell’isobutanolo. Questi idrocarburi rinnovabili saranno prodotti nell’impianto dimostrativo di Gevo presso l’impianto di South Hampton Resources, Inc. a Silsbee, in Texas.

Il costo del venduto è stato di 2,8 milioni di dollari per i tre mesi terminati il ​​31 dicembre 2021, rispetto a 0,9 milioni di dollari nello stesso periodo del 2020. Hanno iniziato a produrre isobutanolo durante il terzo trimestre 2021 con conseguente aumento dei costi di produzione. Il costo delle merci vendute era significativamente più alto per l’isobutanolo senza la coproduzione di etanolo come operato negli anni precedenti mentre lavoravano per migliorare e perfezionare i  processi di produzione. Il costo delle merci vendute includeva i costi associati alla produzione di isobutanolo, SAF e isottano, nonché la manutenzione della struttura Luverne e della struttura South Hampton.

Gli ammortamenti per i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2021 sono stati pari a circa 1,1 milioni di dollari in relazione ai costi di produzione. Gli ammortamenti e gli ammortamenti per i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2021 sono stati pari a circa 0,5 milioni di dollari relativi a spese di ricerca e sviluppo e spese generali e amministrative.

La perdita lorda è stata ($ 3,8) milioni per i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2021, rispetto a una perdita lorda ($ 1,4) milioni nello stesso periodo del 2020.

Le spese di ricerca e sviluppo sono aumentate di circa $ 1,1 milioni durante i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2021, rispetto ai tre mesi chiusi al 31 dicembre 2020, principalmente a causa di un aumento dei costi del personale e di reclutamento relativi all’aumento dell’organico e alla retribuzione basata su azioni come il lavoro per migliorare il processo di coltivazione e fermentazione dei ceppi di lievito.

Le spese di vendita, generali e amministrative sono aumentate di circa $ 4,5 milioni durante i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2021, rispetto ai tre mesi chiusi al 31 dicembre 2020, principalmente a causa dell’aumento dei costi del personale e delle assunzioni legate all’aumento dell’organico e alla retribuzione basata su azioni , maggiori onorari professionali, maggiori costi per l’assicurazione e maggiori spese di consulenza relative alla documentazione della conformità con la Sezione 404(b) del Sarbanes-Oxley Act.

I costi del progetto della fase preliminare relativi ai  progetti RNG e Net-Zero sono stati di circa $ 2,1 milioni durante i tre mesi terminati il ​​31 dicembre 2021 rispetto a $ 1,0 milioni per i tre mesi terminati il ​​31 dicembre 2020. Durante i tre mesi terminati il ​​31 dicembre 2021, i costi di progetto della fase preliminare sono stati principalmente relativi a consulenze per costi di ingegneria preliminare e per spese per il personale a supporto della crescita dell’attività commerciale nei nostri progetti Net-Zero. Nel trimestre conclusosi il 31 dicembre 2020, i costi del progetto della fase preliminare sono stati principalmente relativi a consulenze per i costi di ingegneria preliminare e per le spese del personale a supporto della crescita dell’attività aziendale nel  progetto RNG.

La perdita da operazioni nei tre mesi chiusi al 31 dicembre 2021 è stata di 16,5 milioni di dollari, rispetto a una perdita da operazioni di 7,6 milioni di dollari nello stesso periodo del 2020.

Gli interessi passivi sono diminuiti di $ 0,4 milioni nei tre mesi chiusi al 31 dicembre 2021 rispetto allo stesso periodo del 2020, a causa della conversione di tutte le obbligazioni senior garantite convertibili al 12% di Gevo con scadenza 2020/2021 in azioni ordinarie durante il 2020.

I proventi da interessi e dividendi durante i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2021 sono aumentati di $ 0,2 milioni rispetto ai tre mesi chiusi al 31 dicembre 2020, principalmente a causa del reddito ricevuto su titoli negoziabili e liquidità vincolata.

Gevo ha subito una perdita netta per i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2021 di (16,5) milioni di dollari, rispetto a una perdita netta di (18,1) milioni di dollari nello stesso periodo del 2020. 

Le disponibilità liquide, mezzi equivalenti, liquidità vincolata e titoli negoziabili al 31 dicembre 2021 ammontavano a $ 475,8 milioni rispetto a $ 522,4 alla fine del terzo trimestre 2021.

Aggiornamento Net-Zero 1

Gevo continua a fare progressi nei lavori di progettazione e ingegneria relativi al suo progetto Net-Zero 1. Come risultato dell’accordo di Gevo e della relazione con Axens, Gevo ha recentemente deciso di utilizzare la tecnologia di fermentazione dell’etanolo invece della tecnologia di fermentazione dell’isobutanolo per produrre SAF e altri prodotti di idrocarburi rinnovabili a Net-Zero 1.

Gevo ritiene che l’utilizzo della tecnologia di fermentazione dell’etanolo in Net-Zero 1 abbia diversi vantaggi, tra cui i seguenti:

  • Costi di capitale inferiori per gallone di idrocarburi prodotti
  • Aumento della capacità di produzione di idrocarburi rinnovabili da 45MGPY a 60MGPY
  • Garanzie di processo di Axens sulla conversione dell’etanolo in SAF
  • Riduzione del rischio tecnologico e di esecuzione che dovrebbero rendere più prontamente disponibile il finanziamento del debito
  • Sfrutta i precedenti lavori di ingegneria e progettazione Net-Zero 1 del 2021
  • Il progetto dell’impianto di idrocarburi per Net-Zero 1 può essere utilizzato in qualsiasi impianto di etanolo che soddisfi determinati requisiti di sostenibilità e punteggio di intensità di carbonio che dovrebbero consentire a Gevo di crescere più rapidamente per soddisfare la domanda

Gevo prevede attualmente di costruire Net-Zero 1 a Lake Preston, South Dakota. Oltre al lago Preston, Gevo ha identificato molti altri interessanti siti green che sono attraenti almeno quanto il lago Preston dal punto di vista dell’economia fondamentale, dell’accesso a materie prime sostenibili, dell’impiego di energia rinnovabile e del trasporto del prodotto finito sul mercato. Il lago Preston è il più sviluppato dei siti che Gevo ha identificato per Net-Zero 1. Gevo prevede che la selezione finale del sito per Net-Zero 1 avvenga più tardi nel 2022.

Gevo ha come obiettivo il completamento meccanico di Net-Zero 1 alla fine del 2024 e operativo nel 2025. Sulla base delle ipotesi attuali, comprese quelle relative ai futuri prezzi delle materie prime e ai futuri valori di credito dei benefici ambientali, e al lavoro di ingegneria preliminare, Gevo stima che Net-Zero 1 avrà un progetto completamente installato per un un costo di capitale di circa $ 900 milioni, per generare circa $ 150-200 milioni di EBITDA  del progetto Net-Zero 1 all’anno. Poiché Gevo può sfruttare una notevole quantità del lavoro già svolto per Net-Zero 1, Gevo prevede di ordinare apparecchiature a lungo termine e iniziare la preparazione del sito alla fine del 2022 con l’inizio della costruzione completa nel 2023.

Commentando il quarto trimestre del 2021 e i recenti sviluppi aziendali, il Dr. Patrick R. Gruber, amministratore delegato di Gevo, ha dichiarato: “È un momento entusiasmante per lavorare per Gevo con i piani che vanno avanti con l’obbiettivo di avere un impianto completamente decarbonizzato che produrrà volumi commerciali di SAF. Il nostro rapporto con Axens sta dando i suoi frutti. Sapere come convertire l’etanolo in SAF a zero emissioni e altri idrocarburi è la chiave della nostra strategia di crescita, in particolare con le potenziali relazioni commerciali con ADM e altri partner”.

Il Dr. Gruber ha continuato: “Negli ultimi dodici mesi abbiamo assunto i leader per il nostro progetto Net-Zero 1. Ci concentriamo sull’ingegnerizzazione di Net-Zero 1 in modo da poterlo costruire e farlo funzionare”

Se guadagni con le nostre NEWS e ARTICOLI , fai una donazione per sostenerci e per darci l’entusiasmo di continuare nel nostro progetto.

Il sito è per te gratuito ma se vuoi offrirci una birra , uno spumante o una cena : saremo contentissimi! GRAZIE! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Subscribe to Social NETWORK

MaXiacO & MLego © 2021. All rights reserved.

* Il contenuto e le informazioni pubblicate da altogain.it sia sul nostro sito che sulle nostre piattaforme social non sono consigli di investimento o raccomandazioni per acquistare, detenere o vendere titoli.

* Non siamo responsabili dell’autenticazione del contenuto e / o delle informazioni che sono state pubblicate su qualsiasi canale di comunicazione attraverso il quale il nostro team condivide i contenuti.

* Le informazioni fornite dal team di Altogain.it sono intese esclusivamente a scopo informativo e sono ottenute da fonti ritenute affidabili. Le informazioni non sono in alcun modo garantite e, inoltre, l’accuratezza e la legittimità delle informazioni fornite non vengono verificate. Nessuna garanzia di alcun tipo è implicita o possibile laddove si tentino proiezioni di condizioni future relative ai titoli.

* Non ci sono membri del team di Altogain.it registrati come broker di sicurezza o consulenti per gli investimenti.

* Il team di Altogain.it, i suoi dipendenti, volontari e terze parti prendono parte alle attività di security trading. Nessuno è tenuto a partecipare all’acquisto o alla vendita di opportunità di investimento condivise su nessuna delle piattaforme di Altogain.it. Detti dipendenti, volontari e terze parti investiranno e scambieranno titoli a loro discrezione personale senza preavviso, in qualsiasi momento.
* Altogain.it non è responsabile per eventuali perdite o danni derivanti dall’utilizzo di una qualsiasi delle idee o strategie di investimento.

* Spetta completamente alla discrezione dell’individuo prendere decisioni in merito al trading o all’investimento in titoli.